COS’È UN PROJECT FINANCING?

Il cosiddetto “Project Financing” o Finanza di Progetto è una modalità di finanziamento, utilizzabile anche per finanziare progetti infrastrutturali e di pubblica utilità in alcune operazioni di Partenariato Pubblico Privato (PPP).

Un’opera viene realizzata in Partenariato Pubblico Privato quando la Pubblica Amministrazione intende affidare ad un Operatore Privato l’attuazione di un progetto finalizzato a realizzare un’opera pubblica o di pubblica utilità e a gestirla, attraverso una forma contrattuale, nell’ambito della vigente normativa in materia.

La caratteristica che contraddistingue il Project Financing è quella di consentire il finanziamento di un progetto che si presenti in grado di generare, per la sua originaria configurazione strutturale e durante la gestione, flussi monetari sufficienti a rimborsare il debito contratto per la sua realizzazione e a remunerare gli investitori che hanno partecipato finanziariamente al rischio di impresa immettendo capitali. Il finanziamento bancario, in tale modalità, è focalizzato sul progetto e sulla sua capacità di rimborso.

QUALI MOTIVAZIONI SPINGONO UN’IMPRESA PRIVATA A PARTECIPARE A PROGETTI DI PROJECT FINANCING?

Il soggetto privato sarà interessato a partecipare all’operazione solo a condizione che siano evidenti le possibilità di recuperare il capitale di debito, che il rischio sia sufficientemente determinabile e che si possa remunerare il capitale di rischio percependo un guadagno in linea con le alternative del mercato.

Tale obiettivo, non potendo fare esclusivo affidamento sul contributo finanziario pubblico, è raggiungibile a condizione che il soggetto privato realizzatore dell’opera sia coinvolto anche nella successiva fase di gestione del servizio connesso.

La redditività attraverso la gestione implica la necessità per il privato di percepire un ricavo dalla erogazione del servizio attraverso l’applicazione di una tariffa ai cittadini/utilizzatori dell’opera in esame. Dato il ruolo “pubblico” dell’intervento, tale possibilità può essere concessa solo dalla Pubblica Amministrazione.

QUALI SONO LE CARATTERISTICHE PRINCIPALI DI UN PROJECT FINANCING?

In sintesi le principali caratteristiche del Project Financing sono:

La redditività del progetto finanziato come garanzia del finanziamento (coinvolgimento privati)

Si passa dalla logica del finanziamento al Soggetto al finanziamento al Progetto: si analizzano le “future” capacità di generare ricavi

Autonomia del progetto rispetto allo “stato patrimoniale” dei proponenti: si limitano gli effetti (positivi e negativi)

Costituzione Società di Progetto (SPV)

Elevato rischio: individuazione del rischio e determinazione di un insieme di contromisure attraverso le quali il rischio viene allocato al soggetto in grado di “controllarlo”

Capacità di reperire fonti finanziarie anche in presenza di elevati fabbisogni.

PERCHÉ NEL PROJECT FINANCING È FONDAMENTALE GARANTIRE AL PRIVATO LA TOTALE O PARZIALE GESTIONE DELL’OPERA PUBBLICA?

Nella applicazione del Project Financing per la realizzazione di opere di interesse pubblico, una condizione necessaria è che la componente gestionale dell’opera pubblica rivesta una rilevante importanza in quanto solo attraverso gli introiti della gestione è possibile assicurare il rimborso e la remunerazione dei capitali investiti.

QUALI DIFFERENZE CI SONO FRA PROJECT FINANCING E UN APPALTO?

Lo schema di Project Financing si contrappone pertanto a quello dell’Appalto classico, da cui si differenzia in particolare per i seguenti aspetti:

Nel Project Financing coesistono in tutto o in parte la progettazione dell’opera, la sua realizzazione e il suo finanziamento, la sua gestione e manutenzione

Il rischio di realizzazione e di mercato (di domanda), ovvero di disponibilità (pieno funzionamento dell’opera) sono prevalentemente in capo ad un soggetto privato che non potrà variarne i costi, i tempi di esecuzione e consegna, e risponderà direttamente del mancato funzionamento della stessa o di sue parti (sono previste penali in caso contrario), ovvero si accollerà il rischio economico derivante dalla sua messa a reddito (es. parcheggi a pagamento, ecc.)

Maggiore grado di innovazione volto a ridurre i costi di realizzazione e di gestione durante il periodo di concessione

QUANDO UNA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE HA CONVENIENZA A UTILIZZARE IL PROJECT FINANCING?

IL PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CENTRO DI TERMOLI, ATTRAVERSO PROJECT FINANCING QUALI SOLUZIONI OFFRE?

Lo schema della Finanza di Progetto, come gli altri schemi di PPP, si utilizza per le opere di pubblico interesse caratterizzate da complessità, onerosità, rischiosità, e per le quali un’Amministrazione Pubblica può trovare maggior beneficio nell’accollare i principali elementi di rischio ad un soggetto privato, rispettando i vincoli sulla spesa pubblica e sui saldi di bilancio mediante ricorso ai capitali privati.

La riqualificazione del centro di Termoli è un esempio di trasformazione urbana mediante lo schema di PPP, in particolare attraverso il Project Financing.

Si tratta di una collaborazione tra Pubblico e Privato per trovare soluzioni sotto 2 principali aspetti:

  1. Urbanistico: riqualificazione dell’ambito urbano esistente mediante recupero qualitativo e funzionale di una parte della città
  2. Finanziario: risolve il problema legato all’insufficienza di risorse finanziarie della Pubblica Amministrazione per la realizzazione delle opere e nel garantire un’adeguata gestione

QUALI SONO GLI ASPETTI ECONOMICI PIÙ RILEVANTI DEL PROJECT FINANCING PER LA RIQUALIFICAZIONE DEL CENTRO DI TERMOLI?

La realizzazione delle opere si basa sui seguenti aspetti reddituali, che hanno consentito il coinvolgimento di un Soggetto Privato:

Ricavi da sosta

Ricavi da tariffa applicata a posti auto esterni

Ricavi da posti auto nel parcheggio interrato: gestione a rotazione di posti auto scoperti e di box e posti moto; sono previsti ricavi da tariffa derivanti dalla sosta nel parcheggio interrato

Ricavi dalla vendita dei box

Ricavi da superfici commerciali e destinate a negozi e auditorium (si tratta di ricavi da locazione e/o vendita spazi commerciali

Ricavi da superfici destinate alla ricettività.

CHI SI ASSUME IL RISCHIO FINANZIARIO DELL’OPERAZIONE DI PROJECT FINANCING PER LA RIQUALIFICAZIONE DEL CENTRO DI TERMOLI?

QUANTE RISORSE PUBBLICHE IL COMUNE DESTINA ALL’OPERA E QUANTE IL PRIVATO?

Il Comune di Termoli ha allocato all’Operatore Privato il rischio di costruzione e il rischio di mercato; pertanto il Concessionario realizzerà tutte le opere inerenti al progetto qualunque sia l’importo finale e ne assicurerà i termini, pena il riconoscimento di sanzioni; il Privato assicurerà l’esito dell’attività di gestione, accollandosi quindi anche eventuali rischi di invenduto o di ridotta collocazione delle superfici.

Per assicurare le condizioni di equilibrio economico e finanziario, l’Amministrazione concorre con una contribuzione pari ai 5 milioni di euro, previsti dal bando. Non sono state previste richieste ulteriori, in particolare durante i 30 anni non è previsto il riconoscimento di alcun altro canone o altra forma di contribuzione pubblica da parte dell’Amministrazione concedente all’operatore Privato. Il Privato si accolla l’onere di tutto l’investimento necessario per realizzare l’intero opera di riqualificazione., ad oggi ipotizzabile in 14 milioni di euro.

PER QUANTI ANNI IL SOGGETTO PRIVATO È OBBLIGATO A MANUTENERE LE OPERE?

Il Soggetto Privato assicurerà la gestione e la manutenzione per un numero di anni pari a 30

CHI GARANTISCE LA REALIZZAZIONE DELL’OPERA NELL’EVENTUALE RETROCESSIONE DAL PROGETTO DELL’AZIENDA PRIVATA?

Il project financing prevede che l’aggiudicatario garantisca il Comune con polizze fideiussorie adeguate a consentire al Comune di incassare i fondi necessari per affidare ad un’altra ditta la commessa per terminare i lavori.

QUALI ALTRE FUNZIONI SONO IN CAPO AL COMUNE?

Il Soggetto Pubblico detiene un ruolo principale nel definire l’equilibrio di un’operazione in Project Financing, mantenendo come obbiettivo principale la “pubblicità” dell’opera, ovvero la finalità, l’interesse pubblico. L’Amministrazione ha svolto e detiene le seguenti funzioni, non delegabili ad un Privato:

Interlocutore: ruolo di supervisione e controllo sul privato

Finanziatore: nei limiti imposti dalla normativa allora vigente

Promotore: quadro delle esigenze delle opere e inserimento dell’opera nella programmazione.