torretta

Torretta Belvedere, Soprintendenza dà via libera alla proposta della ditta: monitoraggio e messa in sicurezza

C’è il via libera dell’architetto Fioravante Vignone, responsabile della Soprintendenza dei Beni architettonici e culturali del Molise, alla proposta della ditta De Francesco di farsi carico dei costi dell’intervento di monitoraggio sullo stato di salute della Torretta Belvedere e degli eventuali costi per la messa in sicurezza dell’edificio, prima di riprendere e terminare i sondaggi geologici inclinati.

La decisione è stata presa a seguito del sopralluogo avvenuto questa mattina da parte dell’architetto Vignone insieme all’assessore all’Urbanistica Pino Gallo, ai responsabili degli uffici tecnici del Comune e ai progettisti della ditta De Francesco Costruzioni.

La ditta aggiudicataria del project financing, infatti, ha ribadito al Comune e ufficializzato alla Soprintendenza la disponibilità di farsi carico dei costi di verifica, pietra per pietra, dell’edificio. L’intervento sarà eseguito con personale qualificato e sotto la supervisione dell’architetto Gianluca Di Donato. Se necessario la ditta provvedrà anche al ripristino in sicurezza delle pietre che necessitano di un intervento di manutenzione, attraverso l’asportazione, la ripulitura e il nuovo inserimento della stessa pietra con malta speciale.

L’esito dell’incontro rispecchia in pieno l’impegno assunto dalla ditta De Francesco durante il primo workshop del 22 ottobre e preso a seguito delle sollecitazioni avanzate dal Garante del Dibattito Pubblico Termoli 2020, Professor Marco Olivetti. La caduta dei calcinacci, che non ha nessun nesso causale con le indagini geologiche svolte fino al 22 ottobre in aree molto distanti dalla Torretta Belvedere, aveva comunque evidenziato la necessità di prevedere una ricognizione dello stato di salute del monumento, prima di concludere le indagini geologiche.

E così la Torretta Belvedere, uno dei simboli della città di Termoli, grazie al project financing, potrà ricevere un intervento di make-up che attendeva da 20 anni.