checola

Checola (controller): project financing solido, piena capacità finanziaria della ditta

Leonardo Checola, ingegnere e controller dei dati economici per l’asseverazione del piano economico-finanziario per conto dell’istituto di revisione finanziaria indipendente, utilizzato dal pool di banche che affiancano la ditta aggiudicataria del progetto di riqualificazione urbana del centro cittadino, durante un’intervista di approfondimento trasmessa sul canale Facebook del Dibattito Pubblico Termoli 2020, ha illustrato i contenuti del piano economico-finanziario alla base dell’aggiudicazione del project financing.

Lo studio finanziario ha escluso il cosiddetto rischio default: c’è la piena capacità finanziaria per sostenere le spese e finanziare l’opera da parte della De Francesco Costruzioni, garantita sia da mezzi propri con l’apporto di capitali di rischio e sia dal supporto di un pool di banche che affiancano la ditta.

La normativa sul punto è a totale tutela dell’Amministrazione, senza questa condizione verificata nell’asseverazione del piano economico-finanziario, non sarebbe stato possibile siglare la convenzione fra Amministrazione e aggiudicatario. Inoltre le polizze fideiussorie presentate consentono all’Amministrazione di accollare il rischio tutto in capo al privato, che si fa carico della corretta esecuzione dell’opera nei tempi previsti, pena il riconoscimento di penali. Del resto in un project financing, a differenza dell’appalto, è interesse del privato  e delle banche finanziatrici concludere il prima possibile l’opera per poterla mettere a reddito quanto prima.”

Cos’è un Project financing?

Il “Project Financing” o Finanza di Progetto è una modalità di finanziamento, utilizzabile anche per finanziare progetti infrastrutturali e di pubblica utilità in alcune operazioni di Partenariato Pubblico Privato. Un’opera viene realizzata in Partenariato Pubblico Privato quando la Pubblica Amministrazione intende affidare ad un Operatore Privato l’attuazione di un progetto finalizzato a realizzare un’opera pubblica o di pubblica utilità e a gestirla, attraverso una forma contrattuale, nell’ambito della vigente normativa in materia. La caratteristica che contraddistingue il Project Financing è quella di consentire il finanziamento di un progetto che si presenti in grado di generare, per la sua originaria configurazione strutturale e durante la gestione, flussi monetari sufficienti a rimborsare il debito contratto per la sua realizzazione e a remunerare gli investitori che hanno partecipato finanziariamente al rischio di impresa immettendo capitali. Il finanziamento bancario, in tale modalità, è focalizzato sul progetto e sulla sua capacità di rimborso.”

Cosa lo differenzia da un appalto?

Nel Project Financing coesistono in tutto o in parte la progettazione dell’opera, la sua realizzazione e il suo finanziamento, la sua gestione e manutenzione. Il rischio di realizzazione e di mercato, ovvero di disponibilità  al pieno funzionamento dell’opera sono prevalentemente in capo ad un soggetto privato che non potrà variarne i costi, i tempi di esecuzione e consegna, e risponderà direttamente del mancato funzionamento della stessa o di sue parti; sono previste penali in caso contrario; il privato si accollerà il rischio economico derivante dalla sua messa a reddito.  Il maggiore grado di innovazione è volto a ridurre i costi di realizzazione e di gestione durante il periodo di concessione.”

Quali sono gli obblighi di manutenzione?

“La ditta assicurerà la gestione e la manutenzione per un numero di anni pari a 30 anni per garantire la piena funzionalità delle opere realizzate.”